Verso il voto!

Carissimi amici! Come sapete si va verso il voto amministrativo e sono candidato al Consiglio Comunale di Collesalvetti per Forza Italia. Voglio ancora una volta ringraziare questo partito per l’opportunità che mi è stata data e dato che sono una persona da sempre pratica e concreta, ho deciso, per ricambiare, di produrre anche il materiale elettorale che vedrete nel nostro comune!
Si tratta di un piccolo hobby, la grafica pubblicitaria, con cui mi diletto di tanto in tanto e che ho messo a disposizione di questo partito con molto piacere.

Questo mi ha anche permesso di evidenziare la qualità che in questa occasione stiamo mettendo al servizio del futuro buon governo di Collesalvetti. Si tratta di un lavoro, un programma, che ho steso in prima persona e in cui ho fatto sintesi di tutti i preziosi contributi che sono arrivati dai 3 partiti della Coalizione. È un lavoro in cui credo molto. Un lavoro in cui ho messo tempo, anima e molte energie. Un lavoro che ci permetterà, una volta vinte le elezioni, di governare efficacemente questo comune per i prossimi 5 anni.

Contenuti

Sono infatti i contenuti che fanno la differenza. Il Centrodestra viene spesso accusato dagli avversari di non averne, quando invece chi dovrebbe esserne “pieno” si dimostra inconcludente e inadempiente alla parola data. Questo deve finire. Serve un amministrazione che dimostri almeno di impegnarsi nella realizzazione di un programma di governo, anche non tutto si riesce a realizzare e anche se tutte le ciambelle non vengono con il buco. Ed è con questa intenzione che noi del Centrodestra ci avviamo verso il voto del 26 maggio.

Dunque adesso vi chiedo di sostenermi attraverso la preferenza che potrete esprimere sulla scheda. Un voto in più a Forza Italia e al sottoscritto, sarà un voto in più per sostenere l’idea che abbiamo di Collesalvetti e puntare alla realizzazione del nostro programma!

Più preferenze riceverà il sottoscritto, maggiore sarà la mia determinazione per portare avanti la buona amministrazione del nostro territorio. Un amministrazione che avrà come punti fermi la Libertà, il Merito, la Partecipazione e l’Ambiente, il vero patrimonio di Collesalvetti!

#VotaDiego #SvoltaVera2019 #BerrettaSindaco

Centrodestra unito a Collesalvetti!

Cari amici, come sapete sono ormai 2 anni e mezzo che faccio politica. Direzione Italia è stata la mia prima, vera, intensa ed emozionante esperienza e vi sono rimasto finché ha avuto senso parteciparvi. Sapete ormai bene come è andata a finire e quindi non vi tedierò oltre che con questa storia. Ciò che mi è sempre importato, fin da quando ho iniziato, era che i vari pezzi della coalizione non si disperdessero e combattessero uniti dalla stessa parte. Il Centrodestra deve essere unito, perché i motivi per stare insieme sono sempre più di quelli per andare divisi.

Ma parlando proprio di storia, si va avanti. Ho scelto da tempo di non avere una “casacca” da mettermi addosso e per questo non ho più avuto un partito di riferimento da allora. Ma come ho scritto più volte qui sui social e detto nelle interviste che ho rilasciato, fra esattamente un mese, il 26 di Maggio, il Centrodestra unito correrà per vincere le elezioni amministrative e sono molto contento di essere parte della squadra!

Finalmente ci siamo!

Come alcuni di voi già sanno, non è stato semplice arrivare uniti a questo appuntamento, vuoi per le normali dinamiche di coalizione, vuoi per alcuni incidenti di percorso, vuoi per la necessità di costruire quasi da 0 gruppi di lavoro e organizzazione. Ma nelle ultime settimane, superate finalmente le difficoltà del caso, siamo stati capaci, tutti insieme, di riunirci e ingranare la marcia e, finalmente, siamo pronti! La coalizione di Centrodestra è finalmente unita e al completo!

In queste ore i rappresentati di lista dei 3 partiti stanno consegnando la documentazione necessaria per tutte le candidature. Avremo un bel tridente, la cui punta di diamante sarà la nostra candidata a Sindaco, Ornella Berretta, la quale da subito mi era sembrata la persona più adatta per guidare quest’avventura! Molte saranno anche le facce nuove che porteremo in Comune e più importante ancora, nuovo sarà l’approccio che utilizzeremo per il governo del nostro territorio. Mi sono assunto infatti l’onere e l’onore di scrivere il Programma di Coalizione che in queste ore viene depositato insieme al resto della documentazione. E’ stato un tour de force molto impegnativo, perché le idee sono state tante, così come i contributi di tutti gli amici dei 3 partiti e naturalmente di Ornella. Ma abbiamo prodotto un risultato di cui vado fiero! Il risultato appunto, di un Centrodestra unito!

Un ringraziamento speciale

E non posso non dire, di essere lusingato e soprattutto molto grato della disponibilità e del sostegno che ho ricevuto da Forza Italia, partito che ha più che gentilmente deciso di ospitarmi nelle proprie liste per il Consiglio Comunale, addirittura in seconda posizione! Non è affatto cosa da poco, specie considerando che non sono tesserato e che non era un atto ne scontato ne dovuto.
E devo ringraziare in primis 2 persone: Serafino De Luca, coordinatore Comunale e ovviamente capolista e Maristella Bottino Mirenda, coordinatore Provinciale! E insieme a loro tutti gli amici e iscritti di FI conosciuti in questi ultimi 2 mesi, tra i quali Domenico Scrugli Briga e Paolo Barabino!

Domani, alle ore 15:00, presso la Sala Colonne di Vicarello, via Marconi 28, presenteremo la Coalizione unita di Centrodestra e ovviamente ci sarà anche il sottoscritto!

Spero di vedervi tutti li!

P.S.
E naturalmente, votatemi! 😁

Silvio e il futuro del Centrodestra

Ho appena finito di vedere Silvio su RaiDue. Mi sorgono subito 2 considerazioni spontanee sul futuro del Centrodestra italiano.

Le Primarie

Silvio Berlusconi

Il Centrodestra nei sondaggi è maggioritario e quando è stato unito difficilmente è stato sconfitto e in ogni caso ha sempre venduto cara la pelle. Ma le lacerazioni che stiamo vedendo in questi giorni per le candidature a Sindaco in molte città non sono certo produttive. Proprio non se ne vuole parlare di primarie eh? Bisogna per forza perdere così tanto tempo in trattative estenuanti? Quando si capirà che dare voce alla base è una mossa fondamentale per acquisire solidità e credibilità non sarà mai troppo tardi. Silvio avrebbe l’autorevolezza per poterle chiedere, almeno per i centri più importanti. La Meloni c’ha provato ma sfortunatamente non pesa abbastanza (per ora) nelle urne per cambiare le carte in tavola.

La Merkel

Vedo che il Cavaliere parla di nuovo di vicinanza alla Merkel. Sono confuso. Da leader disponibile e autorevole alla “culona inchiavabile” e poi di nuovo leader aperto al confronto e al dialogo, come stasera. In mezzo i fatti del 2011 e tutto quello che ne è conseguito. Io non mi fiderei più sinceramente. La Geopolitica è un gioco pericoloso e difficile e la Germania guarda ormai da 25 anni solo ai propri interessi. Oltretutto la Merkel stessa è in fase di tramonto e quindi in Europa potrebbe non avere più la capacità di incidere di un tempo.

L’orizzonte futuro

Mediaticamente Silvio tira ancora, non come un tempo ma abbastanza per ricavarsi sempre uno spazio. Però sembra non aver ancora accettato il fatto che sempre meno gente vedere l’Europa alla “PPE” come credibile (men che meno la Merkel e la Germania), dunque il declino, se la situazione resta questa è irreversibile. La mossa coraggiosa sarebbe ripensare il collocamento all’Europarlamento e spostarsi verso un opposizione pragmatica. Anche solo per non darla vinta a chi, in fin dei conti, non si è fatto scrupoli 8 anni fa a mettersi di mezzo. Il futuro del Centrodestra dipende anche da questo.

Centrodestra, Amministrative, Europee!

Lunga e bella intervista che ho concesso (grazie!!) a Collenews, toccando questioni nazionali e locali! Centrodestra, Amministrative, Europee!

Senza tralasciare un giudizio su questo governo e una digressione sulla vicenda del Ponte Morandi. Ho trattato temi che il Centrodestra deve necessariamente fare per rinnovarsi e vincere il grosso ciclo elettorale dell’anno prossimo. La partita sarà impegnativa e si giocherà sul binario Europeo e quello locale, con importantissimi risvolti a livello nazionale. La vita stessa del governo Giallo Verde potrebbe dipendere da questa tornata.

Aggiungo anche che a breve ci sarà una interessante novità che coinvolge il sottoscritto e altri amici. L’ambito sarà l’intera provincia di Livorno! Qualche indizio? Tenete d’occhio gli hashtag!

Il disastro elettorale è servito

Un disastro. Se la si guarda dal punto di vista della governabilità (che poi è l’aspetto che più conta quando si elegge un parlamento in Italia) questa tornata elettorale è una vera tragedia. Perché il problema è che non si tratta di un eccezione, di circostanze uniche e irripetibili. Purtroppo la non governabilità è diventata un fatto cronico e se dopo i primi 20 anni di Seconda Repubblica, in cui dei governi tutto sommato stabili, si riuscivano a fare, da 5 anni siamo rientrati nel tunnel degli accordicchi sottobanco, come purtroppo nella prima repubblica. Non siamo andati avanti, anzi, indietro.

Nessuna riforma istituzionale credibile, nessun progresso anche dialettico sulla necessità e sul merito delle riforme da fare. E dulcis in fundo, siamo all’epilogo con una legge elettorale da cani e il risultato di un parlamento ingovernabile. Roba da far diventare il “Porcellum” una legge scritta da uno statista. Ma veniamo ai protagonisti in campo, chi vince, chi perde e cosa (forse) ci aspetta. Continua a leggere